Batte il record di nuoto, con un paio di AirPods alle orecchie

Nel materiale di supporto, Apple si raccomanda di tenere gli AirPods sempre lontano dall’acqua. Ma evidentemente, complice l’emozione del momento, la nuotatrice argentina Delfina Pignatiello deve averlo dimenticato; e durante una competizione in Francia per Mare Nostrum, con gli auricolari alle orecchie è arrivata pure seconda, battendo il record nazionale negli 800 metri stile libero femminile con un eccellente tempo di 8:24.33.

Ingoia un paio di AirPods, e alla fine funzionano ancora
Non saranno (ancora) water-proof ma di sicuro sono stomach-resistant. Gli AirPods di Apple hanno retto ad un viaggio incredibile all’interno del sistema digerente di un uomo, e ne sono uscite indenni.

Da principio, l’atleta si è tuffata come niente fosse, e ha iniziato la gara; solo in un secondo momento si è accorta di avere indossato gli auricolari Apple per tutto il tempo. Ed è incredibile che non si siano sfilati tra gli schizzi e lo sciabordio della nuotata.Poi, dopo aver toccato il traguardo dopo l’ungherese Ajna Kesely (che è arrivata prima), se li è sfilati e li ha consegnati a qualcuno a bordo piscina. Più tardi, su Twitter, la Pignatiello -qualificata già per le le Olimpiadi di Tokyo 2020- ci ha scherzato su, giurando di non aver ascoltato musica durante la competizione. Ma non ha aggiunto se, dopo un simile trattamento, gli auricolari funzionassero ancora o meno.Perché in linea teorica, gli AirPods non godono di alcuna certificazione IP, e dunque rischiano di danneggiarsi se messi a contatto con liquidi. Diversi utenti però, sul Web, affermano di averli immerse in acqua e di averli continuati a usare senza problemi, addirittura dopo un ciclo intero di lavaggio in lavatrice.Batte il record di nuoto, con un paio di AirPods alle orecchie pubblicato su Melablog.it 13 giugno 2019 11:28.




Leggi la notizia completa