La sonda Rosetta immortala l'esplosione sulla cometa 67P

Nonostante la missione Rosetta sia prossima al termine, la sonda spaziale ESA ci riserva ancora delle sorprese. Il 19 febbraio scorso gli strumenti hanno registrato un’improvvisa e potente esplosione innescata da una frana sulla cometa 67P Churyumov-Gerasimenko, causata dal calore del Sole.

Alle 11:40 ora italiana c’è stato un improvviso bagliore osservato e studiato dai nove strumenti di bordo della sonda Rosetta, che si trovava a 35 chilometri dal nucleo cometario. L’evento è stato ripreso e sono stati raccolti dati preziosi sulle polveri emesse.




Leggi la notizia completa